Gli eredi Franconeri si prestano al sociale facendo una donazione all’ Associazione Urmig di Rizziconi

bozza calamita

Da anni ormai l’ Associazione Urmig ruota a 360 gradi nell’ ambito socio sanitario con diversi servizi. Nel suo percorso benefico ha trovato la porta aperta di una famiglia di Melicucco, la quale per necessità data l’ età avanzata dei propri cari si è messa in contatto con la sopracitata, cercando un supporto assistenziale per i propri genitori.Passati a miglior vita i propri figli hanno voluto omaggiare il percorso virtuoso e di sacrificio di Papà Franconeri Serafino e Mamma Nasso M.Giuseppa donando diversi ausili e materiali di consumo all’ associazione che a sua volta si prodigherà ad utilizzarli dove ce ne sarà il bisogno, in un certo qual modo hanno fatto rivivere quello spirito di aiutare il prossimo, principio cardine della loro famiglia.Un ringraziamento particolare va ai figli da parte di tutto il consiglio direttivo Urmig.

Rapp.Legale Urmig          Vicepresidente

Giuseppe Ierace               Domenico Ierace

Giovane scomparso da Reggio Calabria (Zona San Sperato)

 

29873512_2047743192132725_8683799259175054848_oAttenzione: Di un Ragazzo ventiduenne non si hanno più tracce,si profila  un possibile stato confusionale, altezza 1,80 .
In caso di avvistamenti chiamare i numeri: 3496493899-oppure 3463741553
Numeri Utili Emergenza  112-113-115-117-118-1530. Consigliata la condivisione sui social

Rocco Fortugno.

Un eco forte e chiaro……

Polizia Municipale

 

 

 

 

 

 

 

Eccoci giunti ad un punto, per NOI di partenza e mai di arrivo, ma, crediamo sia doveroso fare un riassunto, partendo però, per non tediarvi, dalla conclusione :

NESSUNO DI NOI SARÀ CANDIDATO!
Ora vi spieghiamo perché:
– Siamo arrivati fino alla firma di candidature (da parte di membri del Coordinamento) sia alla Camera che al Senato, salvo poi ritirarle perché abbiamo percepito le reali motivazioni delle attenzioni nei nostri confronti, nessuno ha realmente capito che non eravamo alla ricerca di un nuovo lavoro, ma, volevamo solo trovare delle soluzioni alle lacune normative che ci vedono “Poliziotti” con un inquadramento da “Impiegati “;
– Non abbiamo accettato compromessi, mantenendo fermi i nostri punti, “in primis” l’inserimento della Riforma della Polizia Locale nel Programma Elettorale (richiesta non ascoltata), l’attenzione della politica (scritto volutamente in minuscolo) si é concentrata più sui nostri numeri che sulla nostra causa ;
-Abbiamo assistito ad una corsa, dei soliti “politici di professione ” (con sgambetti e scorrettezze varie) alla poltrona, intesa come ricerca spasmodica di posizioni di potere, cosa che non ha mai rispecchiato i nostri valori e le nostre intenzioni;
-Abbiamo subito critiche (spesso gratuite) da parte di colleghi che non hanno voluto approfondire il nostro Progetto, fermandosi alle loro convinzioni a volte superficiali, altre volte condizionate da pregiudizi, colleghi che hanno criticato chi come NOI ci stava mettendo tempo, soldi ed energie per la Categoria, salvo poi dimostrare che mentre nelle nostre intenzioni la candidatura era strumentale all’obiettivo, forse a chi ci criticava, in realtà, interessava solo quella (molti sono venuti allo scoperto) ;
– Fin dall’inizio abbiamo rimarcato il fatto che solo chi conosce realmente (perché lo vive) il nostro lavoro, ne può realmente capire ogni sfaccettatura, ogni aspetto, ogni esigenza…Ci siamo sentiti più volte ripetere: CI PENSIAMO NOI !!! Da quanti anni lo sentiamo ripetere??? Abbiamo quindi detto NO alle ulteriori promesse ;
La nostra “Missione” non si ferma, siamo un gruppo affiatato, coeso, ma soprattutto motivato, non abbiamo intenzione di arrenderci, continueremo INSIEME a batterci per i nostri diritti, forse il tempo a nostra disposizione è stato poco, forse molte cose potevano essere affrontate diversamente, ma siamo consapevoli del fatto che ogni nostra azione é stata guidata dal cuore e continueremo a combattere a testa alta, fieri di non essere scesi a compromessi, di non aver svenduto i nostri valori !
Ci teniamo a ringraziare chi ci ha sostenuto e vi chiediamo di continuare a farlo, perché la strada intrapresa, secondo noi é quella giusta, in questi mesi abbiamo fatto parlare di Polizia Locale, sui quotidiani, sulla rete, nelle “stanze del potere”, abbiamo sentito ripetere a diversi esponenti politici le nostre parole, consapevoli del fatto che chi stava parlando di Polizia Locale, ci aveva “tartassato ” di domande sull’argomento e di questo siamo fieri, ma allo stesso tempo siamo in grado, oggi, di capire con quale scopo vengono pronunciate determinate parole “in difesa ” della Categoria e il reale “interessamento ” di chi le pronuncia !
Continueremo a parlare ed a far parlare di Polizia Locale, sperando che la nostra Voce diventi sempre più forte grazie soprattutto al vostro sostegno !!!

#LaRiformalafacciamonoi

La Voce nel Parlamento

 

Natale 2017 un tuffo d’ eccezione

 

26056125_1739188559438674_6300837870129499027_nIl mare d’ inverno ha sempre il suo fascino particolare. L’ appuntamento dato con largo anticipo non ha dato molti riscontri, un evento condiviso sui social aveva fatto lievitare i numeri con un interesse di 108 persone e 30 partecipanti ma da sempre come da rito o meglio dire l’ antico non sbaglia, dal “dire al fare c’è di mezzo il mare”. Ad incontrarci in quel  lembo di magica terra calabrese che porta il nome di Costa Viola in località Ulivarella  di Palmi siamo stati in tre ,io  l’ avvocato Ottavio Greco e Vittorio Francica con  la partecipazione di un atleta che correva in zona per caso. La sensazione di entrare in quell’ acqua gelida era forte ma non quanto quella di mettere a segno l’ impegno preso da tempo, la parola conta più di un’altra cosa. Qualcuno ci ha definito coraggiosi, io dico: ogni traguardo è conseguenza di un sacrifico, facciamo un appello vi aspettiamo numerosi il 6 di gennaio, chissà se la befana al posto del carbone vi porti una “Sana Pazzia”.

Maria antonietta
Utimi due appuntamenti di A PAROLE MIE per il 2017. In viaggio per la Calabria, sono entrata in diverse vite e ho potuto respirare la bellezza dei luoghi di questa terra e dei cuori delle persone che la abitano. Tanti chilometri in lungo e in largo portando sempre il valore delle parole. Quanto fanno bene quando le usi con consapevolezza. Quanto possono far cambiare direzione! Ogni volta è una storia nuova. Preparo la stanza, osservo i partecipanti mentre arrivano e si sistemano a terra. Sorrido. Accendo le candele e in quel preciso momento esiste solo il cerchio, il gruppo, le parole che dirò, quelle che diranno e quelle che verranno. Esistono solo loro. Nessun pensiero che non appartenga a quel vivere insieme. 
SABATO 16 DICEMBRE A CASTROVILLARI
LUNEDI’ 18 DICEMBRE A SANTA CATERINA DELLO IONIO
Per iscriversi eventiscritti@gmail.com

 

Il Bagno di Natale 2017 sarà da brividi……

bagno natale 2017Un’ idea diversa per questo natale, un modo di passare una giornata in compagnia azzardando un tuffo nelle acque della nostra amata terra di Calabria.L’ appuntamento sarà il 26 di Dicembre alle 11:00 sulla spiaggia della Tonnara di Palmi, località Ulivarella, chi vuole partecipare non aspetti che il freddo prenda il sopravvento , faccia un grosso respiro, respinga ogni paura, un balzo nell’ acqua, finchè la volontà dura. L’ invito è rivolto a tutti “senza limiti d’ età”, che sia di buon auspicio per un anno nuovo ma ancora deve iniziare

Donna Scomparsa il 18 novembre da Roccella Ionica

 

Papandrea Natalina

 

 

Queste sono due foto recenti della Sig.ra Natalina Papandrea 42 anni. Non si  hanno notizie di lei da ieri mattina. Al momento della scomparsa indossava una giacca tipo piumino di colore beige e probabilmente dei jeans di colore blu. Chiunque abbia informazioni può a riguardo chiami senza esitare i Carabinieri o alla Polizia utilizzando i numeri di emergenza fornendo tutti i particolari

Ida la donna che New York la vive da protagonista

 

Ida Miceli 2Ida Miceli italianissima con un cuore calabro, splendente come il sole, non per niente quando la si incontra non è solo la bellezza a colpire ma è la sua solarità a coinvolgere, una persona che sembra di aver conosciuto  sempre. Attualmente lei dimora negli States precisamente nella grande Mela. Nel 2005 partecipò al più ambito concorso di bellezza italiano, Miss Italia, arrivando in finale; che in qualche modo gli spalancò le porte  nel mondo della moda sia come modella e collaboratrice di eventi . Un lavoro appassionante che ha dato la possibilità di viaggiare tanto facendogli conoscere, luoghi stupendi e nello stesso tempo tanta gente di culture diverse.                                                                                                                                              Terminati gli studi superiori di ragioneria  ha conseguito una laurea in Lingue e una in Comunicazione, quindi le potenzialità non sono mai mancate. Non nasconde il fatto che quando è partita per New York doveva rimanere solo per qualche mese, ma affascinata  dal modo in cui i Newyorkesi vivevano ha deciso di trasferirsi completamente, mettendo un po’ di sogni nella sua valigia da viaggio. Dopo aver dedicato con passione e determinazione un percorso di studio approfondito di testi in inglese su New York, ha svolto un esame conseguendo il brevetto per poter  esercitare la professione di guida turistica grazie alla quale in perfetta sintonia con il suo carattere solare sta riuscendo a coinvolgere e conquistare molte persone, che a sua volta divengono speciali, perchè ogni singola storia diversa diventa importante, uno scambio di opinioni, di culture, lei ama follemente  scoprire il vissuto di altri. Di progetti per il futuro ne ha diversi per ora vuole portare questo percorso di “Donne a New York”, un blog/pagina che sui Social sta riscuotendo molto successo con 30000 donne in tutta Italia e non solo. In diretta “Live” riesce a cogliere  i lati più belli della metropoli, da Central Park a Brooklyn, Staten Island e Manhattan. Una donna principalmente sognatrice, che mira sempre piu’ in alto giorno dopo giorno, contentissima del risultato odierno e pronta a nuovi traguardi. Dall’ Italia  ha portato tutto, si è subito  abituata ai ritmi statunitensi saltando da una metropolitana ai taxi gialli, dai vaporetti ai tram che animano e affascinano le streets cittadine .Anche se la sua terra manca  rimarrà sempre un’italiana vera come dice anche la canzone; sicuramente la prima cosa che ha voglia di far conoscere e che conserva  e’ la sua cucina italiana. Conclude affermando” Forse è l’ atmosfera sembra di vivere in un sogno, dal nulla ho creato una grande cosa che New York a differenza dell’ Italia mi permette, non voglio vivere in monotonia, ogni mattina mi alzo con una piacevole sintonia, non attendo altro che scendere in strada con voi divertendomi- lavorando in ogni singola via.

Giuseppe Ierace

 

#LaRiformalaFacciamoNoi

22751264_10203734327875020_733499025_o

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

22711529_10203734328075025_1465136069_n

 

 

 

 

 

 

Il Progetto, lanciato 2 mesi fa da due appartenenti alla Polizia Locale, ovvero Francesco Patamia (Reggio Calabria) e Vincenzo Macirella (Minervino Murge), prende sempre più forma. Gli stessi, hanno spiegato le loro intenzioni tramite la pagina Facebook “La Voce della PL in Parlamento”, cioè ottenere la Riforma del Corpo, tramite la candidatura alle prossime Elezioni Politiche di Ufficiali ed Agenti di Polizia Locale, che se eletti si faranno carico di perseguire lo scopo prefissato. Le loro intenzioni hanno fatto velocemente il giro dei vari Comandi, questo anche grazie alla Costituzione di un Coordinamento Nazionale, formato da appartenenti alla P.L., provenienti da ogni Regione d’Italia, che sposando in pieno la finalità, si sono rimboccati le maniche, sostenendo i due ideatori del progetto e riuscendo a raddoppiare le adesioni alla Pagina, che sono balzate dalle 2.000 del primo mese alle quasi 4.000 attuali. Patamia e Macirella si dicono soddisfatti del lavoro di Squadra fatto fino ad oggi, che rafforza ancora di più la loro idea di una Polizia Locale unita, i due ci confessano di essere stati contattati da vari esponenti politici e di aver avviato un dialogo con gli stessi, chiarendo che alla fine si dovrà arrivare ad una scelta di schieramento, che, dovrà in primis essere condivisa da tutti e che propenderà verso chi dimostrerà interesse all’obiettivo finale e non solo nei confronti dei numeri che il Progetto dimostra di sviluppare giorno dopo giorno. I due Portavoce Nazionali non hanno alcuna intenzione di “svendere la Categoria” al miglior offerente, ma, viaggiano a vele spiegate verso lo scopo finale, continuando a ribadire che solo chi vive le difficoltà quotidiane del loro lavoro sarà un valido riferimento in Parlamento e si batterà per ottenere i dovuti diritti, precisando che nessuno, fino ad oggi, si è sottratto ai propri doveri, nonostante la normativa “obsoleta” che attualmente si ritrova la Polizia Locale e che è ora di cambiare .

La Rizziconi attiva nel teatro e nel segno dell’amicizia

Giovanni e la morte 2 - 2017 - CopiaNdo medicu du paisi 2 - 2017 - Copia

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tutti amici appassionati dal teatro, dalla musica e dalla cultura generale nel 2012 e precisamente il 20 di aprile fanno si che un progetto molto interessante possa prendere vita. L’ Associazione Teatrale Musicale e Culturale “I Baroncini” nasce con uno statuto e conseguente atto costitutivo, registrata presso l’albo comunale del comune di Rizziconi. Il presidente Ettore Gerace al direttivo con il resto del gruppo il 9 agosto dell’  anno corrente debuttano proprio in casa sulla centralissima Piazza Marconi con la commedia “Ndo medicu du paisi”. La cittadinanza rizziconese attende con ansia l ‘inizio dello spettacolo, accorrendo numerosa per seguire i propri beniamini, dopo un grande sacrificio nella preparazione perché ad ognuno di loro è posto il carico di una giornata lavorativa che continua poi dietro le quinte fine a notte inoltrata con le prove da copione.Sembra che lo spirito è quello giusto, è volto a valorizzare la cultura teatrale amatoriale e alla partecipazione di chiunque si senta attratto per la recitazione, perché come ogni inizio ci sono le varie incognite che poi credo con il tempo e la volontà  vanno a scemare. Dal debutto il gruppo prende credibilità e rimane molto soddisfatto, cercando di allargare il proprio baricentro, negli anni a venire riesce ad esibirsi nei vari centri dell’area metropolitana: Polistena, Taurianova e Fraz. (Amato), San Ferdinando, Oppido Mamertina Fraz. (Piminoro) Sant Eufemia d’ Aspromonte e Santa Cristina D’ Aspromonte, riescono anche ad esibirsi nella provincia di Vibo Valentia con la presenza nelle cittadine di Serra S. Bruno e Fabrizia. I risultati non si fanno attendere riuscendo ad accaparrarsi il premio come migliore scenografia nell’ anno 2016 alla rassegna teatrale di Varapodio con l’opera “U Certificatu” e nel 2017 sempre a Varapodio come migliore scenografia con l’opera “Giovanni e la Morte”, precisando che quest’ anno si è arrivati a quota 11 spettacoli ,un bel traguardo. Alla fine della stagione estiva che quasi parallelamente si conclude con quella teatrale ”I Baroncini” prendono una boccata d’ aria. Ma la pausa è poca e ci si rimette subito a lavoro per i nuovi traguardi con idee e progetti che prenderanno forma nella prossima stagione 2018. Dietro tutta questa mole di lavoro ribadisco c’ è sempre gente che tralascia delle volte priorità che vengono prima di ogni cosa per arrivare ad un obbiettivo, quindi un ringraziamento va al presidente protempore già summenzionato in narrativa, al vice presidente che ricopre il ruolo di “Regista” Teresa Greco, alla scenografia Giuseppe Gattuso e a tutto il resto dei componenti che insieme in sinergia sono riusciti a portare un progetto comune all’ insegna dell’ amicizia e del divertimento e poi chi lo saprà mai!! Che da una piccola piazza di provincia si possa sbarcare negli scenari più chic del mondo teatrale, chi osa potrà dire io almeno ci ho provato.

 

Aiuto scenografo: Francesco Albanese e Domenico Bova

Service audio e luci: Teodoro Naso

Aiuto service e presentazione spettacolo: Francesco De Lorenzo.

Regia riprese video e fotografia Ettore Gerace

Giuseppe Ierace