Il David di Donatello Giorgio Colangeli da domani sara’ il nuovo coordinatore didattico della S.R.C

FB_IMG_1547137778265Giorgio Colangeli attore che ha interpretato diversi film italiani e premiato come migliore attore con il David di Donatello a breve sarà la novità per il 2019 della scuola di recitazio ne calabrese diretta dall’ attore Walter Cordopatri che da due anni sta riscuotendo abbastanza successo con il suo operato.Giorgio e Walter si sono conosciuti a Roma città natia del primo e sede del centro sperimentale di recitazione dove si e’ formato il Cordopatri.Da subito e’ nata un’ amicizia e un’ intesa, coinvolti tutte e due dal mondo della fiction.Nel gennaio 2017 quando c’ e’ stata l’ inaugurazione della S.R.C, Walter lo scelse come ospite d’ onore e ora dopo 2 anni il 12 gennaio sarà presentato insieme alla compagnia teatrale al pubblico e a tutti quelli che seguono gia’ i corsi come il nuovo coordinatore .L’emozione e’ tanta, la voglia d’ iniziare ancora di più’.Infine il Cordopatri commenta cosi: Sono felicissimo che Giorgio sarà Coordinatore della scuola, e’ un ottimo professionista di gran carisma oltre ad essere una persona stupenda, non potevo cercare di più per il futuro della scuola, ci credo sarà un successo.

Giuseppe Ierace

Se fosse solo l’effimera bellezza a determinare la sua grandezza

 

downloadSi parte con l’arrivo degli anni novanta. L’ Italia paese ospitante dei mondiali di calcio, a maggio Ligabue lanciava il suo primo album e intanto il più bel paese del mondo si preparava ad accogliere la bellezza per antonomasia.Nell’Olandese Barbara Snellenburg il regista Carlo Vanzina vide quel volto che poteva sbalordire chiunque, raggiante più del sole con un sorriso che avrebbe infatuato milioni di persone. Con “Piccolo Grande Amore” arrivò ben presto sulla cresta dell’onda, di conseguenza la partecipazione in altre pellicole italiane e nelle serie televisive Casa Vianello e Don Matteo. La sua scommessa e passione è sempre stata la moda, iniziando a fare la modella all’età di 15 anni, ancora oggi continua ad essere presente sullo scenario modaiolo. E’ lei a dichiararsi di non essere un’esperta di moda e nemmeno una giornalista, perché non sono mai state le sue ambizioni. Il suo scopo è di non fare lezione a nessuno ma creare una sinergia tra lavoro e il vivere quotidiano, un modo di mostrarsi alla gente nella maniera più eccelsa. Barbara ha uno stile che non si sofferma all’indossare l’abito ma è molto avanti, un qualcosa di magico, ne trapela fuori una siluette tra corpo e anima che non ha precedenti. Da una donna molto attiva è facile aspettarsi di tutto. Ha creato un sito internet nel quale si può apprezzare il suo operato, insieme ai suoi profili Instagram Twitter e Facebook dove con tanta semplicità e umiltà comunica ai suoi seguaci le sue emozioni, le sue idee. Dal famigerato acronimo anglosassone “Home Sweet Home” si deduce che ogni volta che ha la possibilità di liberarsi dagli impegni lavorativi, scappa nel suo paese natio, l’Olanda terra dei tulipani e dei mulini al vento; quest’ anno invece per le vacanze estive la celebre attrice ha voluto cambiare rotta spingendosi nel sud Italia, fermandosi proprio in Calabria. Le sue aspettative non sono state vane, il risultato è stato un successo, da un lato il blu del mare, interminabili chilometri di spiagge e quel sole cocente, dall’ altro quel corpo sinuoso dallo splendido sguardo sempre innocente. Una scenografia perfetta, sembra proprio essere tornati nel lontano 1993 quando da una spiaggia ha fatto conoscere i suoi tratti che di bellezza l’hanno resa un “Icona” ma se fosse solo l ‘effimera bellezza a determinare la sua grandezza !! C’è ben altro nel suo essere donna, credo il tempo complice di essa, non c’è dubbio è cresciuta più nobile di una principessa.

 

Giuseppe Ierace

La Barbara dei sogni italiani ritorna alla ribalta sconvolgendo tutti sui social

178969_10150962096205900_704721237_n

Molti dei volti nostrani della tv odierna li vedi impegnati nelle molteplici storie e intrighi di  gossip che attanagliano gli interessi della gente .Ormai è risaputo, appena si hanno notizie su dove siano le mete prescelte delle vacanze estive o sul locale dove prenoteranno per la cena della serata “I segugi della notizia” fanno a gara a dare   l‘esclusiva su quanto è accaduto. C’ è chi sembra non fare notizia, ma invece sarebbe uno scoop giornaliero scoprire che al di sotto delle vesti di una splendida modella e attrice , resasi famosa con la celebre interpretazione  al fianco del nostro conterraneo Raul Bova con il Film”Piccolo Grande Amore”; porta con se un velo speciale facendo  trasparire quelle virtù innate che apparentemente non risaltano. Barbara Snellenburg olandese di nascita ma trapiantata in Italia da tanti anni; da sedicenne è in giro nel mondo nelle varie capitali della moda e persone ne ha incontrate tante, di ogni genere ma quello che sbalordisce in ogni circostanza  duratura nel tempo è il suo modo regale di porsi con chiunque si trovi a dialogare .Il sorriso è la sua arma principale desta quell’ armonia comune come se fosse stata l’amica di sempre. Lei si reputa sempre una persona normale ma quel pizzico se possiamo tradurlo in genialità accompagna lei ogni giorno. E’ una sorta di lasciapassare ovunque lei vada tramanda quel senso di sano vivere nel rispetto della convivenza globale. Con  l’avvento dei social  elogiarla in quello che fa, sarebbe pure riduttivo, per quanto scritto in narrativa le notizie che fanno breccia sono ben altre. Si distingue  rimarcando quei segni indelebili di uno modo diverso di interpretare la quotidianità, lasciando quell’ alone di saggezza fondato sul rispetto umiltà e semplicità rispondendo a chiunque gli ponga delle domande nel limite del  delle possibilità umane data la vastissima utenza presente che cerca di interagire con lei. Precisando, che  in primis è lei  a scusarsi del disagio che provoca  a non poter rispondere. Potremmo definirla una delle Donne più grandi e bellissime presenti nel mondo del Gossip ma consapevole di essere con la testa sotto il cielo e piedi per terra. Darle un sinonimo è un obbligo “LadySocial” hai già vinto la scommessa della vita.

 

Giuseppe Ierace

L’ amore e il talento per la musica diventano fondamentali per un’ ascesa da star.

Molte volte il destino della vita è cosi strano che se una persona ci si mette a ragionare non riesce mai a darsi una spiegazione.Con questo preambolo voglio introdurre una bella storia contemporanea,  dove destino vuole che tra le vicissitudini familiari fatte da sacrifici personali  fin dall età di 17 anni rende protagonista  la splendida Anfisa Letyago di origini russe nata a  Novosibirsk importante città e capitale della Siberia;  la propia avventura inizia  in terra straniera;approda in Italia  precisamente in Calabria,regione d’ adozione,come anzidetto il suo arrivo in Calabria  voluto da un destino all’epoca avverso la ricongiunge alla madre, con  la sua forte attrazione per la musica che già da piccola la legava al suono del pianoforte e successivamente la possibilità di avere i primi approci con la console  in un locale di uno  zio residente  a San Pietroburgo la spinge a conseguire un patentino per deejay. Da subito si denota la sua volontà di crescere e intraprendere nuove strade che da li a poco l’ avrebbero portata a farsi conoscere meglio dalla gente comune cercando di conciliare i tempi del lavoro con quello dello studio riuscendo in breve a diplomarsi.Propio in Calabria inizia il suo tour de force iniziando a far pervenire il tutto esaurito nelle varie sale della movida  di tutta la regione calabrese con le sue performance di tutto rispetto condividendo la sua musica a migliaia di persone .Si può definire che l’ ascesa è appena cominciata,il suo operato non passa inosservato a qualcuno del settore che gli dà un ingaggio e i confini regionali verranno varcati da li a poco.Anfysa Letyago in poco tempo diventa sinonimo delle ultime generazioni di musica dance riuscendo ancora una volta ad affermarsi anche su scala nazionale e internazionale avendo diverse collaborazioni con i migliori del settore ma la sua voglia di imparare e crescere professionalmente non si placa e quindi ha continuato la sua marcia inarrestabile determinata a fare del sound il suo pane quotidiano.Come in narrativa è stato menzionato con l’acquisizione del diploma non termina il suo percorso di apprendimento  proseguendo negli studi con l’ iscrizione alla facoltà di scienza delle comunicazioni indispensabile per stare al passo con i tempi,un buon bagaglio culturale in una società come questa odierna non guasterebbe proprio.Che dire altro di lei, molto legata alla famiglia,la quale è fulcro principale prima di ogni cosa.Se non per legge della natura che l’ uomo sia imperfetto nei suoi confronti non si possono recriminare difetti se non quello di essere troppo bella,semplice,umile e professionale nella sua attività un mix che credo in futuro la porterà a conquistare sempre più la folla e la renderà esplosiva nel suo cammino lavorativo;come l’ ultima sua performance sul lungo mare di Napoli la notte del 31 dicembre dove si è registrata una presenza di 300000 persone.Come ogni altra persona le si è domandato se ci sarebbe il fatidico sogno del cassetto e con molta semplicità ha risposto poter coronare il sogno di suonare la sua musica al “Tomorrowland” in terra Belga e collaborare con i mostri sacri della disco.Credo sia la massima ispirazione per qualunque  professionista suonare in un Global event del genere e come in gergo comune si dice:provare per credere,la fortuna non abbandona gli audaci.

Giuseppe Ierace

Facebook , profili falsi?Un ruolo determinante per conoscere V.I.P che fanno la differenza

Ne  sono proprio io testimone era agosto 2011; mentre stavo facendo un controllo della  mia email,ho pensato di accedere a Facebook come qasi giornalmente faccio e mentre cliccavo sulla ricerca persone ho trovato la mia attrice preferita che all’epoca nel lontano 1993 ha fatto successo con il film “Piccolo Grande Amore”al fianco di Raoul Bova.Io essendo molto diffidente data la miriade di profili falsi ho pensato chissà se dietro questo profilo ci sia lei realmente?Comunque dopo due giorni riaprendo il computer ho trovato la notifica della conferma di amicizia.Da li ho iniziato a scambiare dei messaggi ai quali ha risposto molto cordialmente premettendo che avevo dichiarato di essere dubbioso su l’ identità del profilo stesso ma lei ancora con tanta disponibilità mi ha sincerato di esser proprio lei.Con il passare dei mesi tra un messaggio e l’altro e visualizzando anche i commenti con il resto degli altri contatti notavo la spaventosa semplicità e senso dell’humor che da essa esaltava,senza andare a rimarcare  la sua bellezza spiazzante che mette un asterisco nei suoi segni particolari.Di favoloso alquanto straordinario c è pure che dietro tutto questo fascino della vita dei V.I.P vedendoli sempre sotto i riflettori con fisico statuario tiratissimi, li si vede nelle prime pagine dei giornali per  lo scandalo di turno come l’ odierno di Kate d’ Inghilterra la quale è sotto osservazione 24 ore su 24 dai paparazzi pronti ad immortalarla in ogni suo movimento ,dall altra faccia della moneta c è gente invece come lei che prepara e disfa la valigia da un giorno all’altro per partire in destinazioni diverse sottoponendola a molte ore incessanti di prove,  molte delle quali si sono protratte fine a tarda sera pur di lavorare ma sempre con il sorriso sulle labbra e la voglia di scherzare ma in evidente cedimento fisico.Questi sono i reali(Very –Important-Person) con l’ apparenza snobbante ma un cuore grande, ricco di umiltà e semplicità e un ringraziamento stavolta va a facebook tanto criticato per giusta causa, d’altronde non si può che condividere il fatto di essere  pieno d’ insidie,invece io ne ho fatto tesoro prima virtualmente e a distanza di  un anno circa, il mio  piccolo-grande sogno si è tramutato in realtà dai messaggi in chat al dialogo vero e proprio. Per me è una indescrivibile soddisfazione, le aspettative non mi hanno proprio deluso Barbara Snellenburg è una vera V.I.P definendola come l’amica conosciuta da sempre.Se tu non ci fossi ti dovrebbero inventare,, Forza e Onore a te Barbara continua sempre cosi.E ribadisco, tutto questo grazie al Social network.

Giuseppe Ierace

Un altro elogio alla nostra terra che viene sempre rilanciata ironicamente parlando con reati tra truffe,sequestri associazioni a delinquere,La Calabria è terra di talenti nascosti che si sono mossi lungo i decenni riuscendo ad arrivare all’apice;fanno onore queste notizie alla nostra amata Regione

Jerry Marcellino, forse questo nome non vi dirà niente. Michael Jackson, Diane Ross, Smokey Robinson, Stevie Wonder vi suoneranno più familiari. Qual è il collegamento tra questi cantanti famosi e l’altro illustre sconosciuto? Presto detto, Jerry Marcellino è una pietra miliare del mondo discografico americano ed è una colonna della Motown Records. Durante i suoi 45 anni di carriera è stato il produttore dei cantanti appena citati, ma non solo. Ha scritto e/o composto anche alcune loro canzoni. Ha vinto 17 Dischi d’oro, 3 Dischi di platino e 6 Singoli d’oro. La Motown Records è una delle etichette discografiche di gruppi e cantanti di colore tra le più importanti d’America. Il loro settore di Rythm and Blues e Soul è il pilastro del gruppo.
Ma torniamo al nostro Jerry Marcellino e alla sua collaborazione con Michael Jackson. Il loro connubio risale al tempo dei Jackson 5 ed è durato circa un decennio. Mr. Marcellino, come lo chiamano i siti americani, è stato il produttore di album come Ben, Got to be There, e Music and Me. Ha anche prodotto e scritto una parte di uno dei video che hanno rivoluzionato il mondo del hip hop, Moonwalker. A questo punto vi chiederete perché vi stiamo parlando di questo persona. Ebbene è uno dei nostri illustri conterranei. Anche se non lo sapeva infatti è originario di Grotteria. Accanto potete leggere la storia di come il figlio John ha riscoperto le sue radici.

Gli angeli ce li abbiamo a fianco ogni giorno e non li vediamo

12/02/2012

E’ormai raro al giorno d’oggi con i ritmi che conduciamo in questa società malata,un male credo insanabile che noi stessi abbiamo voluto con tutto questo progresso, di cui non se ne può fare a meno perché saresti scartato;una società moderna che ti ruba di quell’ essere “normale”,vivere la quotidianità della vita.In giro mentre vaghi nelle strade del tuo paese  incontri dopo tanto tempo un conoscente che a distanza di anni credo non abbia cambiato due parole ma quando quasi forzatamente ti s’ incontra davanti e sei obbligato a parlare ,la prima cosa che ti dice non è la domanda (come stai?)…Esclama: ma cosi non si può andare avanti con questa economia che gira non c è proprio niente da fare e poi finito il monologo alzando lo sguardo lo vedi montare su un X3 della Bmw.Questi sono i risultati di una nuova generazione coniata sul consumismo estremo lasciando ormai in disuso  le arcaiche  ma insostituibili norme del vivere comune che fanno parte di noi ma sono come invisibili, perché quando si vuole come per magia appaiono e mi soffermo sull’”Apparenza”;  allora ne facciamo tesoro elevandole all’ ennesima potenza, pur di apparire quello che no si è;perchè è meglio mostrarsi per quegli ipocriti che siamo; che fare l’attore per una vita intera ricoprendo un ruolo da falso protagonista di principi di vita .Eppure in un lembo di terra ci stanno individui,che  per quello che rappresentano si fanno dei pregiudizi ma invece si rivelano tutt’altro….. Adesso racconto un aneddoto consumatosi questa estate. Come tutti gli adolescenti nel corso della vita si fanno delle scoperte, si hanno le prime delusioni e le prime conquiste,si diventa tifosi della squadra o fan di qualche attore o attrice,all’ epoca quasi maturando per la maggiore età c’ era un film italiano in proiezione ”Piccolo Grande Amore” di Carlo Vanzina, “un successo strepitoso”.Restai folgorato dalla gigantografia del manifesto dov’era raffigurata la protagonista;un qualcosa di paradisiaco, mi domandavo tra me e me se mai potesse esistere in qualche loco una creatura del genere..E bene gli anni sono passati ognuno ha fatto il suo corso personale nella vita; mi sono sposato,ho  una moglie stupenda,  un figlio splendido di quasi 29 mesi e si  lotta  insieme alla mia metà per poterlo crescere;tornando a quest’estate mentre ero sul social network di Facebook sfogliavo le pagini ed entrai sul profilo della  protagonista del film summenzionato premettendo che essendoci una miriade di profili falsi  io ero molto diffidente da chi ci potesse essere dietro quella foto ma nello stesso tempo ero curioso di sapere chi mi avrebbe risposto se avessi mandato una richiesta.Feci quella richiesta e nel mentre guardavo i commenti del suo contatto mi arrivò la notifica della sua amicizia, da lì ancora incredulo incominciai a messaggiare  e solo dopo una sua rassicurazione mi convinsi che fosse proprio lei,ma la cosa più straordinaria era il modo e chi avevo conosciuto; una “Vip”e che Vip……            Sicuramente non se ne incontrano tutti i giorni questo è chiaro(virtualmente parlando).Ma vi dico: l’umiltà e la semplicità di come commentava e discuteva con la gente sul Social Network,roba da far rabbrividire chiunque.Ma il buongiorno si vede dalla mattina si dice!!!!Abita a Milano,in quella metropoli dove si convive  con lo smog,il caos incessante,un ritmo estenuante di cui la gente è succube e stanca nello stesso tempo,ma per lei credo sia normale,con il suo carattere solare saprebbe illuminare le giornate più cupe del cielo Milanese   e chi vi si troverebbe a fianco ,se la gente imprecherebbe perché non riesce a sbrigarsi con qualche commissione,lei ne approfitterebbe per scambiare due parole con qualcuno,se  la maggior parte di noi non potrebbe fare a meno di  festeggiare qualche ricorrenza,     compleanno,lei la rimanderebbe per una giusta causa di umanità del vivere quotidiano che oggigiorno per molti è soltanto un vecchio ricordo ormai accantonato al suo destino di essere “fuori moda”.E’ pure c è chi lo mette in risalto, in primo piano, come per dire siamo degli esseri umani non siamo delle macchine.Mai vista al centro dei paparazzi o dei gossip come le dive del momento,può darsi che sia più facile  incontrarla nel bar dell’angolo a prendere un caffè con un amica o seduta nel tavolino a leggere un giornale per conto suo. Pur sapendo quello che rappresenta, insieme alla sua “bellezza”esteriore che fa proprio intimidire; è pienamente consapevole di essere una persona come tutte le altre come giusto che sia.E’proprio in questo punto che scaturisce se vogliamo chiamare “la differenza”ma non per discriminare nessuno.Stà nel fatto che avendo avuto sempre le carte in regola per essere al centro dell’attenzione ha sempre mantenuto quella linea di semplicità e modestia quasi quasi sembrerebbe che  cercasse scusa di “come mamma l’ha fatta”. Un vero e sincero complimento va ai suoi genitori che devono essere orgogliosissimi di una figlia cosi.Sono contento di sapere che nel mondo esistono persone del genere,potrei azzardare di dire che è perfetta!! Ma sappiamo benissimo che la perfezione non è umana.Concludo dicendo che la società moderna ormai ci ha contaggiato tutti, ma credo pure che come ogni cosa ci stanno le eccezioni e per quanto mi concerne sarebbe proprio lei, un “Icona” del convivere bene e sano, in questa realtà piena di contraddizioni e consumismo frenetico dove ognuno abbozza  a quelle regole ormai obsolete per il sistema odierno..Come quando uno si trova in una tempesta  che incombe su di esso quasi volesse prenderlo e all’orizzonte vede un leggero spiraglio di luce e seguendo la direzione  giusta non vede l’ ora di poterlo raggiungere.Nella vita quotidiana saresti stanco vorresti buttare la spugna;stanco della cattiveria,invidia e indifferenza della gente e mentre ti appresteresti di tornare a casa incontri un angelo biondo sorridente che ti stringerebbe la mano e ti direbbe forza coraggio domani e un altro giorno…!!!E bene questa è proprio lei un modello da imitare.Onorato di averti conosciuto Barbara.Sempre Forza e Onore..

Da Giuseppe Ierace (Omaggio a Barbara Snellenburg)