Una donna dalle mille risorse

IMG-20200214-WA0015

Carmen Alba Caratozzolo, 21enne studentessa universitaria presso la facoltà di lettere moderne di Messina, una persona che vuole  affermarsi non solo nel mondo del lavoro, non si capacità di non avventurarsi e mettersi in gioco in vari contesti.Veramente un modello da seguire. Talento? Fosse solo quello. Credo sia una donna poliedrica che riesce a sviluppare e manifestare con diverse arti le sue potenzialità che superano ogni aspettativa, a renderla ancora più affascinante e anche la sua bellezza che non passa inosservata quando appare nei  vari eventi. Una delle sue doti quella dello scrivere per il quale nutre il maggior interesse la vede testimone del suo primo romanzo “Respirare”. A questo si legano altre arti come il canto, la chitarra,il pianoforte e anche la passerella non si e’fatta aspettare, ultimamente e’ impegnata nello scrivere un secondo libro “Vivere” ma uno pensa come riesce a gestire il tutto ma non è tutto!

La sua corsa contro il tempo  sembra non basti mai, ha fame di cultura cogliendo il meglio di tutto ciò che la circonda condividendolo con i suoi coetanei e non solo, donare quello che resta di positivo in una società scellerata senza arte né parte, però megalomane e propensa al consumismo sfrenato quando ad arricchirsi dovrebbero essere le menti e non i portafogli di pochi.Lei non resta dietro neanche con i sentimenti donna di sani valori e altruista per antonomasia, come accennavo in narrativa  le novità non finiscono mai, collabora anche con Radio 104 touring e ha un progetto in corso. Che dire, un’ instancabile risorsa, anche lei lo ammette che è difficile stargli dietro ma quando ne comprendi il valore allora si che apprezzi ogni singolo e piccolo particolare come un grande puzzle, ogni pezzo è necessario per completare l’opera e vi assicuro che Carmen è sulla buona strada. 

Giuseppe Ierace

 

Carmen Caratozzolo accoglie nel salotto di Kaipos un talento messinese

IMG-20191219-WA0000

Salvatore Minutoli (Messina 5 dicembre del 1994) è un produttore discografico e artista. Precedentemente l’artista si nascondeva dietro lo pseudonimo di “Dj Anibek”,esistente dal 2014, dove la sua musica iniziò ad evolversi nel corso degli anni. All’alba del 2018,Salvatore diede vita ad una etichetta discografica indipendente, intitolata Mexenasrecords, nome derivante dalla città natale del produttore. Una melodia tra un ritmo soave e l’altro più duro. Il suo motto è “Non esiste l’ultima nota perchè l’ultima nota che suona uno strumento è la nota che inizia l’altro.”

Com’è nata la tua passione per la musica?


Sin da piccolo ho avuto questa forte attrazzione per quanta riguarda la musica e il suo mondo.
Il mio genere si espandeva su artisti del campo dei Pink Floyd,uno stile pertanto anni 70/80,da questo poi si è espanso il mio patrimonio musicale.

La tua musica di che genere si tratta?

Non è un genere ben definito. Cerco di spaziare dalla musica classica,elettronica cercando di toccare più punti per unirli poi in una sola traccia. Non mi piace focalizzarmi su una sola categoria di musica,tendo sempre ad allargare questo concetto quanto più posso. Più che reputarmi un artista-produttore, mi ritengo un semplice ragazzo che si affaccia a questo universo infinito che è la musica.

Qual è il messaggio che vuoi far arrivare a chi ascolta le tue tracce?

Un vero e proprio messaggio non c’è, mi piace essere dell’idea che ogni persona che segue il mio percorso discografico si rispecchia in ogni traccia. Questo pensiero oggi si è adattato alle mie emozioni, inquadrando il mio punto di vista trasmettendo successivamente le mie sensazione a chi ascolta.
Parlaci del tuo ultimo album, “una G che porto nel cuore”.
Il 2018 mi ha portato ispirazioni nuove. Dopo l’uscita dell’etichetta discografica Mexenasrecords,ho iniziato comporre la canzone –una g che porto nel cuore-dalla quale poi è nato l’album. Una storia per me molto cara a livello affettivo. Presto potrete trovare disponibile su tutti gli store il nuovo album “Una G che porto nel cuore”.

La tua vita nei prossimi anni…

Non riesco ad avere un concetto diverso da quello attuale o pensare di ritrovarmi su un livello di successo molto elevato. Sicuramente maturerò nel mio campo. Presto potrete trovare disponibile su tutti gli store il nuovo album “Una G che porto nel cuore”.

Carmen Alba Caratozzolo

La scrittrice Carmen Caratozzolo intervista il maestro Paolo Lanza

IMG-20191213-WA0011Il salotto di καιρός ha viaggiato fino a Messina,per incontrare il maestro Paolo Lanza in una delle sue mostre.Precisamente alla galleria d’arte Cavour, l’iconografo bizantino ha allestito con opere inedite la mostra, intitolata “ἄγγελος”. Questo nome che dal greco significa messaggero, angelo, si fa spazio tra le icone realizzate sotto l’attuale periodo dell’avvento. Tutte interamente canoniche, la loro struttura sono dei pezzi di legno comuni, trovati sulle spiagge successivamente dissalate, pulite e pronte per la prima stesura di pittura.

Come dice il maestro:“Un po’ come la metafora sulla nostra vita. Se noi ci lasciassimo rivestire di bellezza,quella stessa bellezza che ci rapporta al divino,anche noi potremmo splendere.”Le opere, sparse in tutta Italia e all’estero, incantano le tante persone che ogni giorno hanno la possibilità di ammirarle.

Gli sguardi, le vicende delle sacre scritture, vengono riportate su ogni pezzo di legno quasi in modo surreale e magico.

La mostra,
è aperta al pubblico dal 10 dicembre al 20, dalle ore 17:00 alle ore 20:00 nella galleria d’arte Cavour di Messina (corso Cavour).

Uno spettacolo agli occhi di chi si lascia sorprendere ancora dall’arte. Leggi tutto “La scrittrice Carmen Caratozzolo intervista il maestro Paolo Lanza”

La S.R.C guidata dal Cordopatri è un motore di Cultura

 

gubitosi_cordopatri

 

School Experience Festival a Cittanova: Un Festival necessario rivolto agli studenti delle scuole medie Dopo aver coinvolto 2000 bambini a San Donà di Piave arriva a Cittanova h b lo School Experience Festival, il nuovo progetto di Giffoni realizzato nell’ambito del Piano Nazionale Cinema per la Scuola promosso da MIUR e MIBAC. E’ grazie alla collaborazione con la SRC – Scuola di Recitazione della Calabria, ideata e diretta da Walter Cordopatri, coordinata da Giorgio Colangeli e patrocinata dal Comune di Cittanova che questo festival itinerante farà tappa in Calabria e nello specifico a Cittanova, con l’obiettivo di sensibilizzare gli studenti utilizzando il linguaggio cinematografico e audiovisivo. Solo quattro le tappe previste in tutta Italia, insieme a Cittanova sono coinvolte San Donà di Piave, Nuoro e Palermo. A Cittanova la SRC, partner del progetto insieme all’Amministrazione Comunale, si occuperà di coordinare le attività per gli studenti delle scuole secondarie di I° grado del territorio, i quali avranno l’imperdibile occasione di scoprire il mondo del cinema per ragazzi, i suoi retroscena e vivere un momento unico. Gli Istituti comprensivi di Cittanova e dei Comuni limitrofi hanno aderito con entusiasmo, coinvolgendo più di 2000 ragazzi che saranno protagonisti del Festival dal 5 all’8 novembre 2019 presso il Cinema Gentile. Programma Durante i giorni del Festival gli studenti avranno modo di giudicare i film in concorso e voteranno per eleggere il vincitore che parteciperà alla finale di dicembre a Palermo, quarta tappa del Festival, vedranno prodotti audiovisivi di tre tipologie di concorsi: – lungometraggi, – cortometraggi, – prodotti realizzati dalle scuole. Inoltre un gruppo di 26 alunni selezionati tra le scuole sarà anche coinvolto nel laboratorio cinematografico “Grandi storie in pochi minuti”, con i registi di Giffoni, che si concluderà con la realizzazione di un cortometraggio. Durante il laboratorio sarà individuata e sviluppata l’idea per il corto, saranno scritti il soggetto, la sceneggiatura e lo storyboard per arrivare poi al casting e alle riprese. I laboratori “Movie Lab” e “Digital Prof” completeranno il quadro coinvolgendo ragazzi degli Istituti Superiori e Docenti degli Istituti di ogni ordine e grado. I giorni del Festival vedranno la presenza dei delegati e responsabili del progetto per Giffoni: Marco Cesaro, Luigi Notarfrancesco, Jacopo Gubitosi, Elena Scisci. La tappa di Cittanova si chiuderà venerdì 8 novembre alle ore 21:00, presso il Cinema “R. Gentile” con una serata conclusiva patrocinata da Regione Calabria, Consiglio Regionale e Calabria Film Commission, durante la quale saranno presentate tutte le attività svolte, alla presenza, in via esclusiva, del fondatore e Direttore del Giffoni Claudio Gubitosi. Ospiti della serata le delegazioni scolastiche degli Istituti partecipanti, i rappresentanti istituzionali dei comuni coinvolti, il Presidente della Regione Calabria Mario Oliverio, l’On. Francesco D’Agostino, il Presidente del Consiglio Regionale Nicola Irto, il Presidente della Calabria Film Commission Giuseppe Citrigno. Parteciperanno all’evento associazioni e realtà del territorio con le quali la SRC ha instaurato proficue collaborazioni nel corso di questi anni di attività tra le quali l’Associazione Kalomena di Cittanova rappresentata da Girolamo De Maria. Durante l’evento sarà proiettato il cortometraggio girato con i ragazzi nei tre giorni precedenti. La conferenza stampa si terrà mercoledì 30 ottobre alle ore 16:00 presso il Polo Solidale per la Legalità “Francesco Vinci” di Cittanova. Quello tra l’Associazione Prosopon SRC – Scuola di Recitazione della Calabria e Giffoni Opportunity è un legame sempre più solido, come dimostra questo ennesimo progetto messo in atto a favore della crescita culturale dell’intero territorio.

A.I.S.A Udine apre nuovo reclutamento di volontari

FB_IMG_1567291240016

L’Aisa provinciale di Udine Associazione italiana sicurezza ambientale con decreto di riconoscimento del ministero dell’ambiente e con sede a Cavazzo Carnico comunica il nuovo reclutamento di guardie ecozoofile volontarie che operano nel territorio con un servizio sussidiario alla Polizia Locale, Guardie Forestali, Carabinieri ecc ecc. Per informazioni e iscrizioni tel.  334 231 4382 o  331 540 8722


 

Due titani in sinergia SRC e Giffoni

gubitosi_cordopatri

 

COMUNICATO STAMPA

SRC incontra Giffoni

Presentazione del progetto School Experience Festival – 06 maggio 2019

 

Si terrà Lunedì 06 maggio, presso il Cinema Teatro “Gentile” di Cittanova (RC), la presentazione del progetto School Experience Festival, ideato da Giffoni Experience, che vedrà coinvolti in autunno ((dal 4 all’8 novembre) centinaia di ragazzi delle Scuole Secondarie di Primo Grado di Cittanova e Rizziconi in un Festival del Cinema a loro dedicato e realizzato in partenariato con la SRC – Scuola di Recitazione della Calabria, diretta da Walter Cordopatri e patrocinata dall’amministrazione comunale di Cittanova.

School Experience Festival è un festival itinerante, realizzato nell’ambito del Piano Nazionale Cinema per la Scuola e promosso da MIUR e MIBAC, che coinvolgerà quattro città – San Donà di Piave, Cittanova, Nuoro e Palermo – ideato da Giffoni Experience, con l’obiettivo di sensibilizzare e formare allievi delle Scuola di ogni ordine e grado – primaria, secondaria di primo grado e secondaria di secondo grado – attraverso l’utilizzo del linguaggio cinematografico e audiovisivo. Da sempre infatti, l’obiettivo di Giffoni Experience è stato quello coinvolgere i ragazzi, obiettivo che si rinnova grazie a questo nuovo progetto che assume, proprio per il fatto di essere un festival itinerante, una notevole importanza. Andare incontro ai ragazzi di tutta Italia, non solo idealmente ma anche fisicamente, vuol dire rispondere alle loro aspettative e ai loro bisogni, agire sul territorio trasformando le difficoltà – fragilità sociale, economica, povertà educativa e carenza di servizi e infrastrutture – in opportunità.

Grazie a questo progetto, si consolida ulteriormente il legame tra la SRC – Scuola di Recitazione della Calabria ed il Giffoni Experience, collaborazione avviata più di due anni fa, alla nascita della SRC, e che oggi si concretizza in attività e progetti di notevole rilevanza formativa e culturale.

Alla presentazione del progetto School Experience Festival, interverranno: l’ideatore, fondatore e direttore del Giffoni Claudio Gubitosi, il direttore della SRC Walter Cordopatri. Presenza straordinaria sarà quella di Giorgio Colangeli, coordinatore didattico della SRC. Porteranno i loro saluti, inoltre, il sindaco di Cittanova, Dott. Francesco Cosentino, e il sindaco di Rizziconi, Dott. Alessandro Giovinazzo.

Durante l’incontro, al quale parteciperanno gli allievi delle scuole coinvolte, di Cittanova e Rizziconi, verrà inoltre presentato il cortometraggio “Sorpresa di Natale”, ultima produzione targata SRC, diretto da Salvatore Romano, noto regista e docente della Scuola, che illustrerà il lavoro.

Le attività del 06 maggio non si concluderanno al termine della presentazione, ma proseguiranno nel pomeriggio presso il Polo Solidale della Legalità “F. Vinci”, dove il direttore Gubitosi incontrerà gli allievi della SRC i quali avranno il privilegio di vivere un momento formativo e di dialogo con l’ideatore del più importante festival per ragazzi del mondo.

La SRC, che si prepara a questa giornata con entusiasmo, si conferma punto di riferimento, sia per la formazione di aspiranti attori, ma anche per la realizzazione di attività e progetti che contribuiscano allo sviluppo culturale e socio-economico non solo del territorio, ma dell’intera regione, grazie a collaborazioni e partnership importanti e di rilievo internazionale, come il Giffoni, valore aggiunto dell’intera offerta culturale proposta.

Cittanova, 04 maggio 2019

UFFICIO STAMPA SRC

 

Claudio Gubitosi, Direttore Giffoni

Walter Cordopratri, Direttore SRC

 

Per maggiori informazioni:

Tel. 3711205781

Email: scuolarecitazionecalabria@gmail.com

 

Non e’ solo un luogo di ristoro ha dello speciale

FB_IMG_1556651695938Ci troviamo in Calabria, in una terra risaputa per le sue contraddizioni ma nei meandri del suo territorio nacque fin dal gennaio del 1980 una creatura dal cuore pulsante, dalla volonta’ ferrea di chi pensa ancora oggi che a qualcosa di buono ci si possa legare, appassionarsi e innamorarsi portando avanti i suoi ideali come baluardo.Giuseppe Galluccio  odierno proprietario del ristorante “La Cucciarda”, ai tempi quando i giovani del luogo non avevano una meta da rincorrere lui pianificava il suo progetto perché le sue idee invece erano abbastanza chiare. Comincio’ insieme al fratello a lavorare presso il ristorante di uno zio a Taurianova una cittadina della piana di Gioia Tauro; però la voglia di avere qualcosa di suo era impellente,quindi ancora minorenne aprii un locale sito difronte quello attuale.”Mamma Mimma”  fulcro del successo, con grande sacrificio e dedizione   alle prese con la cucina insieme al “savoir faire” porto’ insieme all’operato dei figli a far diventare in breve tempo il locale punto di riferimento di migliaia di pendolari nonché gente del posto che accomodandosi al tavolo non assaporava soltanto le prelibatezze della cucina di casa ma rimaneva estasiata dai modi sempre gentili e attenti, l’empatia che si veniva a formare come se  il formidabile “Pino” si conoscesse da sempre. Negli anni le richieste aumentarono come d’altronde il bisogno di spazio, quindi si costruì la nuova struttura che in questi ultimi mesi e’ stata rivalutata con un restyling. Ad oggi dopo quasi 40 anni Giuseppe Galluccio ci crede ancora dichiarando: Abbiamo dato un’ identità in tutti questi anni, penso che serva il sacrificio e la volontà di tante persone, se il mio locale ancora e’ aperto ringrazia chiunque sia passato di la’ con la propria presenza.Ho cercato di dare il massimo insieme al mio staff provando a mettere a suo agio chiunque fosse venuto come da buon uomo del Sud non solo dando il piacere al palato ma vedere tornare la gente con il sorriso, felice di ospitarla di nuovo, un po’ come una grande famiglia.

Porti un simbolo non solo un nome “Rocio”

972691A volte ti ritrovi nel tuo percorso di vita ad incontrare gente anzi direi persone, che riescono a lasciarti un segno senza aver fatto nulla di speciale. Ma la “ Specialità “ in se stessa  e’ nel comportarsi come da indole che ognuno di noi ha, senza alterare o far finta di essere quello che in fondo non si e’. La fortuna e tale la reputo, di nascere con certi valori. Rocio Munoz Morales nata a Madrid, proveniente dal sud della Spagna, fin da piccola studia ballo che le portera’ soddisfazioni vincendo diverse competizioni internazionali, dopo una lunga esperienza da ballerina riesce a far parte del tour mondiale di Julio Iglesias, sbarca sul grande schermo come insegnante di danza nel programma spagnolo gemello del nostro italiano “Ballando con le stelle”. Da questi si susseguono  innumerevoli  impegni importanti che la portano a divenire un’ ottima professionista sia come modella-attrice e presentatrice. In  Italia nel 2012 debutta con la commedia Immaturi continuando con il 2015 nella serie televisiva  “Un passo dal cielo” e affianca subito dopo Carlo Conti nel Festival di Sanremo 2015,tappa nella quale  viene apprezzatissima dal grande pubblico facendo conoscere al meglio le sue capacità e bravura. Non ci sarebbe nulla di strano oggigiorno con tutto questo gossip di vip che salta da un divanetto all’ altro delle tv, ormai condiviso da milioni di utenti che navigano sui social, se  non fosse che la Rocio compagna attuale del nostro amato attore Raul Bova al gossip da salotto mediatico preferisce quello di casa dove ogni giorno si rende protagonista della più’ bella parte quella della  “mamma” con la sua piccola Luna da qualche settimana testimone dell’arrivo della sua sorellina Alma, quale clima migliore se non quello dal sapore di felicità. Rarità che  li come un goccio di “ Rugiada “ riposto su una foglia ammiri con discrezione, sciogliendosi all’ attenzione di chiunque gli si ponga un quesito, una semplice domanda. Basta guardare i suoi occhi esprimono emozioni senza ritocchi. Avevo capito con chi ho a che fare, tra un messaggio scritto e dal palcoscenico e’ venuta a salutare. Vive una vita piena di ricchezza, coglie il meglio, le semplici cose, sempre emozioni a piccole dosi.

 

Giuseppe Ierace

 

Ida la donna che New York la vive da protagonista

 

Ida Miceli 2Ida Miceli italianissima con un cuore calabro, splendente come il sole, non per niente quando la si incontra non è solo la bellezza a colpire ma è la sua solarità a coinvolgere, una persona che sembra di aver conosciuto  sempre. Attualmente lei dimora negli States precisamente nella grande Mela. Nel 2005 partecipò al più ambito concorso di bellezza italiano, Miss Italia, arrivando in finale; che in qualche modo gli spalancò le porte  nel mondo della moda sia come modella e collaboratrice di eventi . Un lavoro appassionante che ha dato la possibilità di viaggiare tanto facendogli conoscere, luoghi stupendi e nello stesso tempo tanta gente di culture diverse.                                                                                                                                              Terminati gli studi superiori di ragioneria  ha conseguito una laurea in Lingue e una in Comunicazione, quindi le potenzialità non sono mai mancate. Non nasconde il fatto che quando è partita per New York doveva rimanere solo per qualche mese, ma affascinata  dal modo in cui i Newyorkesi vivevano ha deciso di trasferirsi completamente, mettendo un po’ di sogni nella sua valigia da viaggio. Dopo aver dedicato con passione e determinazione un percorso di studio approfondito di testi in inglese su New York, ha svolto un esame conseguendo il brevetto per poter  esercitare la professione di guida turistica grazie alla quale in perfetta sintonia con il suo carattere solare sta riuscendo a coinvolgere e conquistare molte persone, che a sua volta divengono speciali, perchè ogni singola storia diversa diventa importante, uno scambio di opinioni, di culture, lei ama follemente  scoprire il vissuto di altri. Di progetti per il futuro ne ha diversi per ora vuole portare questo percorso di “Donne a New York”, un blog/pagina che sui Social sta riscuotendo molto successo con 30000 donne in tutta Italia e non solo. In diretta “Live” riesce a cogliere  i lati più belli della metropoli, da Central Park a Brooklyn, Staten Island e Manhattan. Una donna principalmente sognatrice, che mira sempre piu’ in alto giorno dopo giorno, contentissima del risultato odierno e pronta a nuovi traguardi. Dall’ Italia  ha portato tutto, si è subito  abituata ai ritmi statunitensi saltando da una metropolitana ai taxi gialli, dai vaporetti ai tram che animano e affascinano le streets cittadine .Anche se la sua terra manca  rimarrà sempre un’italiana vera come dice anche la canzone; sicuramente la prima cosa che ha voglia di far conoscere e che conserva  e’ la sua cucina italiana. Conclude affermando” Forse è l’ atmosfera sembra di vivere in un sogno, dal nulla ho creato una grande cosa che New York a differenza dell’ Italia mi permette, non voglio vivere in monotonia, ogni mattina mi alzo con una piacevole sintonia, non attendo altro che scendere in strada con voi divertendomi- lavorando in ogni singola via.

Giuseppe Ierace

 

La Riforma la Facciamo noi

 

IMG-20170913-WA0002#LaRiformaLaFacciamo Noi con questo “slogan” due appartenenti alla Polizia Locale hanno dato vita ad un progetto ambizioso e innovativo.

Francesco Patamia (Reggio Calabria) e Vincenzo Macirella ( Minervino Murge – BT), cercando di invertire le “regole del gioco” hanno pensato : “Se invece di continuare a “sognare” la Riforma del Corpo e di riporre ancora fiducia nelle parole di altri, portassimo la nostra Voce in Parlamento?

Come fare ? Cercando di coinvolgere tutti gli appartenenti alla Polizia Locale (circa 60.000) al loro Programma. Consapevoli del fatto che l’Unione ha sempre rappresentato “la forza”, nell’epoca dei “Social”, dove un’idea può fare, nel breve tempo, il “giro del Mondo”, hanno creato una Pagina Facebook dal nome “La Voce della PL in Parlamento”, cercando giorno dopo giorno di rintracciare quanti più colleghi possibile. Considerando che le prossime Elezioni Politiche si terranno sicuramente in Primavera e che i tempi sono ristretti, l’impresa inizialmente sembrava complicata, ma, con grande stupore si constatava che la Pagina, a distanza di soli 20 giorni dalla creazione, registrava più di 2.000 adesioni, che i post pubblicati riuscivano a raggiungere circa 8.000 persone… Molti avrebbero pensato ad un successo, ma, i due fautori dell’iniziativa continuano incessantemente la loro opera, gli stessi spiegano che sono stufi di affidare le loro speranze nelle mani di altri e quindi hanno deciso di lanciare una proposta agli schieramenti politici in campo, ovvero quella di inserire la Riforma della PL nei programmi elettorali ed oltre a questo di candidare, nelle liste del Partito prescelto, degli appartenenti al Corpo, che domani, se eletti, faranno si che la proposta non rimanga nel solito cassetto . Invitandovi a seguire l’iniziativa ci auguriamo una “brillante” riuscita!