Se ci credi puoi rinascere

 

IMG_20181119_234130_182Una piccola cittadina che negli anni 80 viveva di commercio e di agricoltura parlo della nostra amata Rizziconi provincia di Reggio Calabria dove ognuno di noi ha una storia da raccontare conseguente a quella dei nostri padri e madri, degli antenati che l’hanno fatta crescere e pure come ogni inizio c’ e’ una fine. A vederla cosi fa male veramente il cuore.E allora penso sempre ad un detto quello che recita “Non può piovere tutti i giorni”. Un piccolo centro dove tutti si conoscono e hanno l’ obbiettivo comune, uno semplice, saggio,vivere dignitosamente per il resto nei propri giorni.Ed ecco che a distanza di qualche settimana dall’ elezione del nuovo Sindaco il 21 ottobre arriva quella festa cosi sentita da tutti, proprio il 9 novembre ricorrono i festeggiamenti del santo protettore San Teodoro, un clima genuino si respira, c’ e’ la voglia di dare un colpo di spugna al passato, dove il nefasto aveva preso il sopravvento, che dire da lontano per la prima volta io gioisco e mi emoziono nel vedere tutto il popolo esultare, elogiando il nostro   santo martire. Bisogna confidare nell’ operato degli uomini che  loro da sempre hanno deciso le sorti di intere nazioni, perche no di una piccola cittadina. Fiducioso di quelle lanterne affidate al cielo, racchiudono i desideri più intimi di persone che per anni insieme abbiamo respirato la stessa aria, abbiamo gioito e condiviso disgrazie, un po’ si appartiene, radicato alla propria cultura, alla tradizione, ancora una volta vedo rinascere quell’ alba, non riflette ma splende e fino a quando c’ e’ quel lume c’e’ speranza che per una volta gli animi si arricchiscono e i portafogli si svuotino, perche’ i soldi vanno e vengono ma le persone una volta andate difficilmente tornano.

Giuseppe Ierace

Leggi tutto “Se ci credi puoi rinascere”

Porti un simbolo non solo un nome “Rocio”

972691A volte ti ritrovi nel tuo percorso di vita ad incontrare gente anzi direi persone, che riescono a lasciarti un segno senza aver fatto nulla di speciale. Ma la “ Specialità “ in se stessa  e’ nel comportarsi come da indole che ognuno di noi ha, senza alterare o far finta di essere quello che in fondo non si e’. La fortuna e tale la reputo, di nascere con certi valori. Rocio Munoz Morales nata a Madrid, proveniente dal sud della Spagna, fin da piccola studia ballo che le portera’ soddisfazioni vincendo diverse competizioni internazionali, dopo una lunga esperienza da ballerina riesce a far parte del tour mondiale di Julio Iglesias, sbarca sul grande schermo come insegnante di danza nel programma spagnolo gemello del nostro italiano “Ballando con le stelle”. Da questi si susseguono  innumerevoli  impegni importanti che la portano a divenire un’ ottima professionista sia come modella-attrice e presentatrice. In  Italia nel 2012 debutta con la commedia Immaturi continuando con il 2015 nella serie televisiva  “Un passo dal cielo” e affianca subito dopo Carlo Conti nel Festival di Sanremo 2015,tappa nella quale  viene apprezzatissima dal grande pubblico facendo conoscere al meglio le sue capacità e bravura. Non ci sarebbe nulla di strano oggigiorno con tutto questo gossip di vip che salta da un divanetto all’ altro delle tv, ormai condiviso da milioni di utenti che navigano sui social, se  non fosse che la Rocio compagna attuale del nostro amato attore Raul Bova al gossip da salotto mediatico preferisce quello di casa dove ogni giorno si rende protagonista della più’ bella parte quella della  “mamma” con la sua piccola Luna da qualche settimana testimone dell’arrivo della sua sorellina Alma, quale clima migliore se non quello dal sapore di felicità. Rarità che  li come un goccio di “ Rugiada “ riposto su una foglia ammiri con discrezione, sciogliendosi all’ attenzione di chiunque gli si ponga un quesito, una semplice domanda. Basta guardare i suoi occhi esprimono emozioni senza ritocchi. Avevo capito con chi ho a che fare, tra un messaggio scritto e dal palcoscenico e’ venuta a salutare. Vive una vita piena di ricchezza, coglie il meglio, le semplici cose, sempre emozioni a piccole dosi.

 

Giuseppe Ierace