Non può piovere tutti i giorni ci avete tolto la serenità dalle Case

A breve si compie un anno da quel maggio 2011 allorquando si compiva “la pulizia”che odiernamente il leghista Maroni la desidera nel partito della lega e invece l’ amministrazione Opera S.Francesco d’Assisi di Rizziconi   la compi senza pensarci due volte licenziando ben 20 lavoratori a tempo indeterminato che fino ad oggi solo grazie  al sussidio della disoccupazione ordinaria e a qualche benefattore hanno potuto affrontare tutte le scadenze e le difficoltà di chi ha cercato sempre  dignitosamente di lavorare per poter ottemperare alle necessità delle famiglie del 2012 e precisiamo “famiglia” perché chi non c è la non sa cosa vuol dire o per meglio dire fa finta di non sapere come hanno fatto fino  adesso i nostri amministratori cercando di far passare inosservata la vicenda che dura da più di un quadriennio.Dalla scadenza degli affitti degli studenti universitari che cercano di aprirsi un sbocco per il futuro alle rate dei prestiti e mutui che ogni mese bussano alla porta come un  rintocco di campane,alle bollette di luce e gas che ormai si fa fatica a pagare e molte volte il telefono suona o arrivano i primi solleciti di “mancato pervenuto pagamento”.Dopo aver lottato per poter esigere un credito patrimoniale che nel 2008 si era allargato fino a 9 mensilità ridotto poi a 6  e poi nuovamente arrivando fino ad 11 mensilità è solo dopo una forte azione di lotta con la proclamazione di uno sciopero ad oltranza abbiamo limitato i danni.Ma l’ approssimarsi dell’anno 2011 si avvicinava a passo da gigante e i preparativi fervevano per “La grande pulizia”.Avete tolto il lavoro a chi voleva lavorare, ben venga,ma date a Cesare quello che è di Cesare, infatti a parte due mensilità del 2011 neanche il Tfr che doveva essere accantonato in tutti questi anni;ancora parte dei lavoratori devono percepire pure gli assegni del nucleo familiare maturato nel 2008,e ci dobbiamo sentir dire che abbiamo speculato!!!Ma in che razza di società ci troviamo? Dicono che c è un uomo che vola;e uno è obbligato a crederci.Si dice che sbagliare è umano ma perseverare è diabolico.Concludendo con  l’esprimere che dopo aver interpellato  Prefettura,Ispettorato del Lavoro,Dipartimento delle Politiche Sociali e Sanitarie,Guardia di Finanza con miriade di denunce e  i vari ricorsi intrapresi con il procedimento ex art 633 c.c(Decreto ingiuntivo) di fronte al Giudice del lavoro ancora oggi dobbiamo constatare tranne qualche caso isolato la lentezza e la carenza di una presa d’atto della situazione conseguentemente l’ adozione di una  misura coercitiva affinché vengano restituiti quei diritti sanciti e rimarcati nella Costituzione.Ironicamente parlando ci resterebbe auspicare a qualcosa di fantasmagorico, andare a spostare l”Asse della Terra” come nel Film di Superman ma purtroppo solo nelle fiction funzionano queste cose.

29/04/2012

Giuseppe Ierace Ex R.S.A Cgil Opera S.Francesco d’Assisi di Rizziconi

Un augurio a tutti di B. Pasqua.Si auspica in concomitanza al santo giorno, un spiraglio di luce per tutti…. sia nell’ambito familiare che nel lavoro data la situazione attuale di tutta la penisola con un continuo aumento della disoccupazione per molti lavoratori.